Parco Agricolo Franciacorta

Dal Piano Strategico Terre di Franciacorta al Piano Territoriale Regionale d'Area della Franciacorta

Il futuro della Franciacorta non può certo essere rappresentato da un mero strumento urbanistico, ma da un progetto strategico che si ponga l'obiettivo di costituire la "Comunità" di Franciacorta.
 
Il 2015 è stato probabilmente il più proficuo degli ultimi cinque in quanto finalmente dalle parole si è passati ai fatti. Certo ancora dobbiamo parlare di "fatti di carta" e non di concrete azioni di sviluppo territoriale, ma si tratta comunque di presupposti che hanno assunto forme concrete e non più aleatorie ipotesi sul futuro.
 
In primavera si è ufficialmente costituita l'Associazione Parco Agricolo Franciacorta onlus, di cui si era già parlato nel numero precedente de il QuAdro, e il primo vero e proprio atto di visibilità al pubblico si è avuto in un convegno organizzato il 23 giugno dal titolo "un Parco agricolo per la Franciacorta: perchè e per fare cosa".
 
Il convegno ha visto la partecipazione di numerosi relatori, sia di livello locale che regionale, ed ha permesso di porre le basi al lavoro dell'Associazione partendo da esperienze concrete di "Comunità Parco" e dal sostegno di diverse personalità ed amministratori locali.
Ci preme segnalare tra gli interventi di interesse generale quelli della dottoressa Gioia Gibelli dell'associazione italiana ecologia del paesaggio, della agronoma-filosofa Donatella Petegolli e l'esperienza del Parco Agricolo Sud Milano. Sono in seguito intervenuti a sostegno dell'iniziativa del Parco Agricolo Franciacorta, il Professor Tino Bino editorialista del Corriere della Sera, la Dottoressa Emma Soncini, responsabile regionale politiche agricole di Forza Italia, il dottor Riccardo Venchiarutti, sindaco di Iseo e presidente AGT Franciacorta Lago d'Iseo, il professor Gabriele Archetti presidente di Fondazione Cogeme, la Dottoressa Anna Patrizia Ucci della condotta Slow Food Franciacorta Lago d'Iseo.
Dal convegno sono scaturite alcune proposte concrete per il futuro lavoro dell'associazione:  la costituzione di quattro gruppi di lavoro su specifiche tematiche, la proposta "Parco Subito" ed il progetto-concorso Un logo per la Franciacorta.

Dopo l'estate possiamo segnalare l'avvio degli incontri dei gruppi di lavoro per specifiche macro aree: Agricoltura, Paesaggio, Mobilità ed Economia, l'avvio del progetto Parco Subito e la proposta alle scuole delle Franciacorta del progetto -concorso.
Nei prossimi numeri speriamo di potervi aggiornare sui progressi di queste numerose iniziative.

Parco Agricolo Franciacorta

Ma anche su fronte più strettamente istituzionale il 2015 è stato anno fertile: la Regione Lombardia preso atto della situazione di "stallo" del progetto Terre della Franciacorta, ha deciso di dare il via al Piano Territoriale Regionale d'Area della Franciacorta.
Si tratta di uno strumento urbanistico di carattere sovracomunale che dovrebbe delineare i criteri di indirizzo dello sviluppo futuro del nostro territorio.
 
Dopo alcuni incontri preliminari la proposta di PTRA è stata illustrata, anche se in forma ancora solo di enunciazioni di principi, alla conferenza di Valutazione ambientale Strategica tenutasi il 12 ottobre presso il monastero di san Pietro in Lamosa in comune di Provaglio d'Iseo.
 
La Franciacorta è un'area territoriale di assoluto pregio ambientale e culturale, in cui la coltura del vigneto costituisce uno dei più importanti elementi connotativi del paesaggio collinare e pedecollinare e, insieme, un indiscutibile fattore identitario.
Nonostante questa forte vocazione agricola la Franciacorta oggi si presenta nel complesso come un territorio molto antropizzato, oggetto di intensa trasformazione, dove la presenza di attività produttive e commerciali è notevole.
Regione Lombardia, raccogliendo un'istanza del territorio, intende avviare una pianificazione orientata alla sostenibilità, che presuppone una forte azione di coordinamento nei programmi e nei processi dei soggetti presenti sul territorio, per dare vita ad un percorso condiviso di sviluppo socio-economico e di qualificazione del territorio che sappia valorizzare l'identità del "Sistema Franciacorta".
Obiettivo del piano è proporre soluzioni di sviluppo del territorio innovative, capaci di coniugare le esigenze di attrattività e di competitività dell'area con scenari di razionalizzazione nell'uso del territorio attraverso iniziative di: 

  • minimizzazione del consumo di suolo e rigenerazione urbana
  • valorizzazione delle identità culturali e potenzialità turistiche
  • sostenibilità ambientale (risorse energetiche, qualificazione paesaggistica, mobilità sostenibile).

Non potendo in questa sede esprimere delle considerazioni su uno strumento urbanistico ancora del tutto da redigersi ci permettiamo di segnalare che il PTRA non interesserà solo i 18 storici comuni della cosiddetta franciacorta dei vini, ma coinvolgerà anche altri territori: se inglobare alcune realtà che con la Franciacorta sono in stretta simbiosi ci pare assolutamente indispensabile, ad esempio il comune di Palazzolo sull'Oglio, qualche perplessità la dobbiamo manifestare al coinvolgimento di diversi comuni della Valtrompia.
 
Il lavoro è all'inizio staremo a vedere, ma il vero futuro è rappresentato dalla costituzione di una vera realtà territoriale omogenea che possa chiamarsi a tutti gli effetti FRANCIACORTA.
 
C'è bisogno di un'ente sovracomunale che possa gestire e coordinare tutte le azioni sul territorio e che abbia il valore giuridico ed identitario del territorio stesso.
 
Probabilmente nell'attuale assetto normativo nazionale e regionale una realtà come la Franciacorta non è contemplata: non siamo Comunità Montata, né Area Metropolitana né tantomeno Provincia.
 
Restano aperte due vie: istituire l'Ente Parco Franciacorta o la "Città di Franciacorta".
Nel primo caso la normativa esiste già ed è il percorso intrapreso dell'Associazione Parco Agricolo Franciacorta, nel secondo caso si tratta di un'IDEA, forse di un sogno, tutta da inventare.

Parco Agricolo Franciacorta

Sito realizzato da Raffaella Rinaldi.
JSN Yoyo template designed by JoomlaShine.